• (+39) 0584 67139
  • info@centromosaica.it

Seminario: Il Potere Immaginale: un viaggio sulle Ali del Drago Immaginale

Feature Image

Venerdì 18 e Sabato 19 Giugno dalle ore 10/18

Seminario Borgo Aranci – San Giuliano Terme

Il Potere Immaginale: un viaggio sulle Ali del Drago Immaginale

Usare il trauma come una forza, trasformare paure e insicurezze in potenti alleati, uscire dal vittimismo. 

Seminario con Selene Calloni Williams

Il potere dell’immaginazione, un viaggio sulle ali del drago immaginale.

Usare il trauma come una forza, trasformare paure e insicurezze in potenti alleati, uscire dal vittimismo. Questi sono solo alcuni dei risultati straordinari ai quali può condurci il potere dell’immaginazione.
Esploriamo, insieme in un one-day seminar, con una super-esperta di psicologia immaginale e di tradizioni spirituali dei popoli, il potere dell’immaginazione. Selene Calloni Williams, allieva diretta del celebre psicoanalista James Hillman è oggi una delle più acclamate rappresentati della psicologia archetipica e della visione immaginale.
Inoltre, Selene è una profonda conoscitrice del buddhismo esoterico e dello yoga. La sua missione è unire le grandi discipline spirituali orientali alla psicologia occidentale per creare metodi davvero utili per l’uomo moderno che ha una tradizione immaginale di stampo occidentale.
Ecco una prospettiva di quello che ti aspetta durante questa imperdibile giornata di crescita personale:
  • Cosa vuol dire immaginare
  • Come immaginare
  • Come usare il potere dell’immaginazione per il cambiare e fare accadere le cose
  • La deprogrammazione creativa
  • La potenza del mito
  • Il processo mitopoietico
  • La mente poetica
  • Il viaggio nel tempo
  • L’importanza dell’uso della voce nel processo immaginativo
Per meglio seguire il corso si consiglia di portare con sé:
  • La propria copia de libro di Selene Calloni Williams “Le Carte del Drago Immaginale” perché
    estrarremo una carta al giorno
  • Una “cappa magica”: grande foulard leggero.
  • Quaderno o, meglio, diario e matita
Pur essendo aperto a tutti e certamente rivolto a tutti, questo corso andrà molto in profondità nell’affrontare il tema dell’immaginazione, per questo è consigliato a chi già lavora con l’immaginazione, nel campo artistico, creativo o nell’ambito della professione d’aiuto.

PRATICARE LA VISIONE IMMAGINALE SIGNIFICA METTERE AMORE E PASSIONE NELLE PROPRIE AZIONI E ISTAURARE RAPPORTI DI PIENA CONSAPEVOLEZZA, GIOIA E MERAVIGLIA CON GLI ALTRI ESSERI, CON LA NATURA.

Porre le basi nell’immaginazione è fondarsi sull’anima. L’anima, infatti, è l’atto stesso dell’immaginare, è la volontà di amare, di darsi e di creare oltre se stessi.
Percepire il mondo come immagine ci porta alla realizzazione di nostri obiettivi. Riuscire a vedere che non abbiamo a che fare con individui distinti e separati da noi, ma con immagini complesse,
significa modificare l’intera gamma delle proprie reazioni. Per esempio, supponi di essere innamorato di qualcuno che ti tradisce.
Se sei nella relazione con l’Io, prima o poi, finisci per
concludere che c’è in te o in lui qualcosa di sbagliato e soffri. Se invece hai una visione immaginale, comprendi di essere in relazione con una immagine complessa in cui numerose generazioni di avi sono presenti: alcuni sono guerrieri e vogliono forgiare in te la nobiltà del guerriero che ha un ideale che pulsa nel cuore, altri sono nomadi e semplicemente non vogliono che tu ti fermi in quel
luogo, con quella persona, in quella relazione affettiva, che magari è carente di qualcosa di importante, altri sono spiriti protettori e ti spingono a vedere oltre quella relazione.
Se sai vedere
ciò che ti accade con gli occhi dell’immaginazione allora vedi l’anima, ti senti amato, protetto, e sai per certo che tutto accade per un ottimo fine. Al contrario, se vedi con gli occhi della mente comune, la quale genera l’impressione della realtà materiale, oggettiva, sei vittima di ciò che ti accade.
La visione immaginale è connessa al pensiero del cuore, ti consente di comprendere che le cose accadono perché hanno un fine e non sono il frutto di cause meccanicistiche. È per mezzo di
questa visione che percepisci il mondo spirituale e puoi comprendere la missione della tua anima e realizzarla.
Tale missione era presente anche prima della tua nascita, era la ghianda che ha dato
origine all’immagine della tua vita, anzi, è stata la ragione stessa che ti ha voluto in questo mondo, la tua necessità di esserci, di essere manifesto. Dal momento stesso in cui veniamo al mondo ci
viene affiancato un daimon, uno spirito guida, il cui compito è proprio quello di ricordarci incessantemente la missione della nostra anima. Fondare il proprio pensiero sull’immaginazione
aiuta a sentire la voce del daimon perché ci libera dal brusio incessante della mente e del mondo.